Araceli Vicenza Vs Nuovo GS2001 L'Argine

65 - 81
(18-14; 27-17; 13-30; 7-20)
Araceli Vicenza: Allegretti T. 3, Amodio A., Bedin G., Cazzola D. 1, Chiodi E. 5, Corà G. 13, Cuppone C. 1, Marvin C. 2, Milanello T. 18, Nichols N. 14, Ristov L., Vicariotto F. 8.
All.re: Buzzoni, Vice All.re: Casonato
Nuovo GS2001 L'Argine: Basso R., Bernardotto M. 7, Cambilargiu P., De Marchi C. 11, Ferracin G. 6, Milanello E. 13, Passarin E. 8, Piazzetta F. 5, Santacroce L. 4, Secco F., Stefani D. 10, Tovo S. 17.
All.re: Badinotti, Vice All.re: Donà
1o Arbitro: Mercadante Alessandro di Cassola (VI)

Derby all'ARGINE: Vicenza veste GREEN!

Alla Palestra Piarda Fanton va di scena un classico della pallacanestro vicentina (si potrebbe quasi dire un evergreen) tra i padroni di casa dell’Araceli Vicenza di coach Buzzoni e il NUOVO ARGINE guidato dal coeso duo formato da coach Badinotti e il vice Donà.
Un derby, purtroppo, privato in partenza di due inevitabili protagonisti come il figlio d’arte Simone Frigo da una parte e Waio Saiani dall’altra, ma destinato a regalare grandi emozioni ai tantissimi spettatori giunti in Contrà dei Burci per sostenere entrambe le compagini.
Fin dalla palla a due, i padroni di casa sembrano averne di più con un’energia a rimbalzo quasi doppia rispetto ai ragazzi dei Ferrovieri.
Con Corà sugli scudi, Araceli in attacco si affida alle scorribande a tutto campo di un inarrestabile Tommaso Milanello (18 punti finali i suoi); tuttavia, gli ospiti tengono duro terminando il primo quarto sotto di sole quattro lunghezze grazie anche ai quattro punti consecutivi, al proprio esordio stagionale, di Luke Santacroce e ad un ispirato Cesc Piazzetta (caricato da un intero settore di suoi tifosi sugli spalti).
Il secondo quarto è un dominio Araceli: l’energia in contropiede di Milanello T. e di Pippo Vicariotto unita alle triple e ai rimbalzi offensivi di un Nichols versione cecchino piegano in modo apparentemente irrimediabile le difese dell’Argine, che subisce 27 punti in dieci minuti, trovando nell’altra metà campo un appiglio nel solo Simo Tovo (17 punti a fine partita) in versione cyborg trascinatore e a qualche bella giocata del sempre elegante De Marchi sotto canestro, che serve solo ad arginare l’emorragia ormai aperta. Il risultato segna 45–31 all’intervallo.
Il terzo quarto del derby è una conferma, se mai servisse, del fatto che il basket è lo sport più bello del mondo.
Succede di tutto: Cambilargiu stoppa in modo spettacolare, dopo che Stefani apra con 2 punti e fissi la partita su un risultato che rimane praticamente inalterato per cinque minuti con le difese che si chiudono e il bel gioco di entrambe le squadre viene fermato sul ferro da errori di stanchezza tipici di chi sta dando tutto; il numero dei falli sale e la tensione con esso (il generoso Ricky Basso esce per cinque falli a metà quarto). C’è aria di grande impresa nella panchina dei coach Badinotti, ed ecco che due triple consecutive di De Marchi e Stefani costringono coach Buzzoni a chiamare timeout.
Il rientro dal minuto di pausa vede l’ingresso lato Argine del maggiore dei fratelli Milanello, Jerichone (13 punti), e del senatore Ferracin (anche per lui esordio stagionale) insieme a Capitan Passarin, De Marchi e un concentratissimo Bernardotto che da lì in poi tirerà giù qualsiasi rimbalzo lasciando solo briciole agli avversari sotto canestro.
Subito and-one di Ferracin, tris di tiri liberi di Milanello E. (successivi all’espulsione per 5 falli del talentuoso Nichols) e sorpasso firmato da un altro and-one del Capitano in un quarto partito a basso punteggio ma finito con trenta punti realizzati dai biancoverdi.
Tra fine terzo quarto e inizio quarto quarto il copione non cambia: un tris di canestri da fuori consecutivi di Jericho Milanello (piede sulla linea), De Marchi e Bernardotto (da tre punti) sanciscono l’allungo green, distacco che gli ospiti sono bravi poi a mantenere con la freschezza dei giovani Simo Tovo e Dave Stefani e la fisicità di Fede Secco che tiene impegnati gli avversari a tutto campo lasciandoli a sette punti nei dieci minuti finali.
Il risultato recita Araceli 65 – 81 Argine, le due squadre hanno messo in scena una battaglia da applausi onorando la presenza di un pubblico così numeroso.
Vicenza è dunque Green, ma non c‘è tempo di rilassarsi, infatti mercoledì 16 i ragazzi dei Ferrovieri ospiteranno il fanalino di coda Valchiampo, in una partita che potrebbe creare fastidiose insidie.
Forza Argine!!!



di arginebasket



Araceli Vicenza

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Allegretti T. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Amodio A. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Bedin G. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Cazzola D. 1 - - - - - - - - - - - - - - -
Chiodi E. 5 - - - - - - - - - - - - - - -
Corà G. 13 - - - - - - - - - - - - - - -
Cuppone C. 1 - - - - - - - - - - - - - - -
Marvin C. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Milanello T. 18 - - - - - - - - - - - - - - -
Nichols N. 14 - - - - - - - - - - - - - - -
Ristov L. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Vicariotto F. 8 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  65 - - - - - - - - - - - - - - -




Nuovo GS2001 L'Argine

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Basso R. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Bernardotto M. 7 - - - - - - - - - - - - - - -
Cambilargiu P. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
De Marchi C. 11 - - - - - - - - - - - - - - -
Ferracin G. 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Milanello E. 13 - - - - - - - - - - - - - - -
Passarin E. 8 - - - - - - - - - - - - - - -
Piazzetta F. 5 - - - - - - - - - - - - - - -
Santacroce L. 4 - - - - - - - - - - - - - - -
Secco F. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Stefani D. 10 - - - - - - - - - - - - - - -
Tovo S. 17 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  81 - - - - - - - - - - - - - - -



Prima Divisione2022/2023
Girone Unico

Area ad accesso limitato

A.S.D. Nuovo G.S. L'Argine Basket 2001 powered by playBASKET.it » Servizio Siti Internet per Società di Basket