La SERIE D ai tempi del COVID-19: Intervista a capitan Marchetti!

La SERIE D ai tempi del COVID-19: Intervista a capitan Marchetti!

Nel pieno dell’emergenza Coronavirus, con i campionati regionali fermi fino a data imprecisata, e con il rischio, sempre piu’concreto, che i tornei 2019/20 possano essere definitivamente compromessi o, perlomeno, seriamente falsati, proviamo a recuperare un minimo di normalità intervistando il nostro capitano, Davide Marchetti.
Con l’aiuto di Davide cercheremo di analizzare questa prima metà di stagione biancoverde e a capire che prospettive ha la compagine dei Ferrovieri in questo campionato.
Ovviamente, COVID-19 permettendo!

Ciao Davide, è notizia recente che anche nel prossimo weekend, e fino a data da destinarsi, i campionati rimarranno fermi. La prima domanda, quindi, è d’obbligo: questa lunga sosta forzata pensi che possa in qualche modo favorirvi o penalizzarvi?
Sicuramente stare fermi così a lungo non è mai d’aiuto. Da un certo punto di vista siamo favoriti non avendo dovuto saltare la partita con Schio, che si è giocata il venerdì prima della sospensione. Sarebbe importante perlomeno continuare ad allenarsi per cercare di farsi trovare pronti alla ripresa del campionato ma, purtroppo, nelle ultime ore pare che anche questa opportunità sia preclusa. E’ una situazione molto strana e complicata.

Fino ad oggi, quello di quest’anno è il miglior campionato disputato in SERIE D dall’ARGINE. Che giudizio dai a questa prima parte di stagione green?
Finora il mio giudizio è sicuramente positivo, anche se ci sono molti rimpianti per partite un po’ “buttate via”.
Siamo ben consapevoli di poter essere competitivi con chiunque ma, allo stesso modo, rischiamo sempre di fare brutte prestazioni, anche con squadre tecnicamente meno attrezzate, se non scendiamo in campo concentrati, sul pezzo e con meno voglia degli avversari. Questo è un aspetto su cui dobbiamo certamente migliorare.

I risultati ottenuti all’inizio del girone di ritorno, fanno pensare che la partenza di Ivan Spasov e, ovviamente, l’infortunio a Mezzalira, non siano stati ancora del tutto “digeriti” dalla squadra.
Confermi questa impressione Il rientro di “Mezza”, che si spera possa essere ad aprile, sistemerà tutto?
L’impressione è quella, si. Di certo con due elementi come Ivan e Mezza fuori gioco il reparto esterni è in affanno.
Come si suol dire il basket è un gioco di squadra e raramente un solo giocatore può fare la differenza, ma son sicuro che il rientro di Mezzalira ci darà un grosso aiuto, soprattutto nella fase finale del campionato regolare e in ottica playoff.

Alla ripresa del campionato vi attendono partite decisive per il piazzamento finale. Solo per citarne alcune, il recupero con Buster e CUS, le sfide a Solesino e alla capolista San Bonifacio, e i derby con Araceli e Lonigo. Cosa ti aspetti da questi match?
Ormai siamo nella fase del campionato in cui ogni partita conta tantissimo. Vista anche la classifica corta, vincere o perdere può influire molto sulla classifica e ancor di più sul morale della squadra. Son convinto che un lavoro in palestra intenso e costante potrà dare i suoi frutti contro tutte le squadre.

Per chiudere una domanda secca: L’ARGINE, secondo te, ha le potenzialità per recitare il ruolo di outsider nella lotta per la promozione?
Innanzitutto spero che questo campionato possa concludersi regolarmente. Ciò premesso, le potenzialità ci sono, su questo non ci sono dubbi, ma sono convinto che dipenda innanzitutto da noi. Sarebbe sicuramente un sogno!

data pubblicazione: 6 marzo [10:03]
di arginebasket
Ultime Partite

Area ad accesso limitato

A.S.D. Nuovo G.S. L'Argine Basket 2001 powered by playBASKET.it » Servizio Siti Internet per Società di Basket